mettersi in "gioco"?

un mantra non una scommessa.

La mia storia professionale nel mondo dello sport marketing incomincia nel 2008 durante un corso di guida sicura, li, conosco Enrico Fulgenzi campione e pilota ufficiale Porsche conosciuto da molti con il soprannome “The Dobermann”, un’amicizia che segnerà indelebilmente il mio percorso.

Tra le mie tante passioni, quella per l’alta velocità ha sempre istigato in me la necessità di sentire ma allo stesso tempo padroneggiare la forte adrenalina che emergeva.

Correvo con auto modificate per la pista e pensavo che di certo, date le mie risorse economiche, non avrei mai potuto dare seguito a una simile passione con un auto tutta mia.

Fu Enrico ad introdurmi nel mondo degli sponsor sportivi, insegnandomi tutto quello che sapeva di questo settore ed io, affamato com’ero, feci mio ogni singola parola nel desiderio di correre un’intera stagione automobilistica. Mi ricordo che i primi tempi, sono state tante le porte sbattute in faccia quando mi proponevo alle aziende, e fu solo dopo 6 mesi che riuscii a conquistare il mio primo sponsor.

Dopo qualche mese, decisi di entrare a far parte del Motoclub di Ostra Vetere come pilota, ero il più giovane del Team.

Incominciava a girare il passa parola tra le aziende che interessate alla mia attività, aderivano con grande entusiasmo al mio portfolio. Il loro nome correva con me.

Dopo soli due anni di gare in Italia, mentre stavo correndo nella pista di Mugello, perdo l’assetto della mia moto, non scorderò mai l’odore di benzina misto al bruciato delle mie protezioni che raschiavano l’asfalto, ma mi è andata bene, solo una frattura scomposta alla caviglia sinistra, un segno del destino che mi fece comprendere che forse era arrivato il momento di guardare oltre.

Avevo costruito un’importante legame con i mie sponsor che mi stimavano ormai da parecchio tempo, tanto che con la maggior parte di loro era nata una vera e propria amicizia.

Così decisi di proseguire la mia attività di marketing sportivo trovando per loro dei team che seppur locali, dimostravano grinta coinvolgendo con grande passione il pubblico, uno di questi l’Omero Racing Team portava in ribalta il pilota Luca Pedica che vinse il campionato Italiano 250 cross.

Nel 2016 fu il gruppo Sonic a contattarmi per partecipare al Campionato Italiano civ 600 fu una collaborazione che dette ottimi risultati!

Il mondo dei motori incominciava tuttavia a non darmi più gli stimoli di un tempo, forse perché la mia idea di sport, racchiude un concetto più naturalistico: l’aria aperta, la sfida atletica, l’amore per l’ambiente che il profumo dell’erba la mattina presto durante le passeggiate con i miei cani nella quiete della campagna, mi portava la mente lontano. Forse si, ero stanco dei motori, cercavo nuovi stimoli.

Stavo per terminare i miei studi a Milano quando venni a conoscenza di un settore emergente totalmente sconosciuto: il trading sportivo. Non si trattava di gambling, gioco d’azzardo ma di una vera e propria compravendita, non di titoli finanziari ma di quotazioni sportive, così pensai che sarebbe stato interessante continuare la mia attività di marketing sportivo nel mondo del calcio, magari con piccole squadre locali che avrei contribuito a far crescere insieme ai miei tanto affezionati sponsor, questo, mentre approfondivo il mondo del betting exchange, e devo dire che come trader sportivo, su Betfair.it sono uno dei più agguerriti!

Iniziai come semplice segretario della squadra di calcio del Barbara, ben presto mi scelsero per la carica di Direttore Generale per guidare una piccola squadra di un paese di appena duemila anime, a raggiungere la prima categoria, per arrivare in promozione nel Campionato Regionale come unico di Eccellenza, dopo solo due anni di attività, per un traguardo mai raggiunto in 50 anni di storia! Inutile raccontarvi l’orgoglio di questa piccola cittadina per la propria squadra e la commozione che ha suscitato in me, l’aver raggiunto un tale risultato a livello Nazionale.

Ma giusto per fare un paragone e comprenderne meglio il prestigio di questa squadra, la tanto blasonata Anconitana militava in prima categoria e il piccolo borgo di Barbara era in eccellenza (+2 cateogorie). Purtroppo questo sogno è durato solo un anno, un impegno troppo oneroso che, con tutta la buona volontà, mia e di tutti gli sponsor, non poteva essere sostenuto, quindi dopo un anno di gloria io e il mio gruppo di amici siamo tornati in promozione, attualmente a Dicembre 2018 siamo al terzo posto del campionato di promozione, sopra di noi abbiamo l’Anconitana e la Vigor Senigallia.

Da un anno circa collaboro con la Castelleonese, infondo è la squadra del mio paese, e per il momento si trova in prima categoria. La società è stata ripresa in mano da un gruppo di giovani volenterosi che in tre anni hanno fatto una storica scalata, dalla terza alla prima categoria.

Uno dei miei sogni è veder crescere queste due piccole ma grintose squadre, credo che meritino sponsor affini alla mia passione e orgogliosi di sostenerle, non mi interessa coinvolgere imprese che abbiano come unico scopo il vantaggio fiscale, cerco veri e propri appassionati del territorio che abbiano voglia di sostenere queste splendide realtà locali dove il profumo della sfida è il vero calcio è ancora molto sentito.

Mi occupo della comunicazione e dell’amministrazione delle squadre con scrupolosa attenzione, per questo ho ricevuto richieste di collaborazione e gestione degli sponsor dal Fabriano calcio, dalla Jesina, dal Monserra e dalla Vigor Senigallia. Ringrazio tutti gli amici sponsor, giocatori e collaboratori che hanno reso possibile tutto questo!

Maniacale nel mio lavoro e...

Tutti i diritti riservati - Maicol Casagrande © | privacy policy | GDPR | A.A